Podologo: l’esperto per la cura dei piedi

01-12-2018


Se ci fanno male non camminiamo bene e la postura ne risente; se c’è qualche problema alle unghie o la pelle è screpolata ne risente anche l’estetica. Ma in realtà i piedi ci dicono molto di più. I disturbi o gli inestetismi che li colpiscono, infatti, possono essere una vera e propria spia di alcuni problemi di salute. È quindi importante prenderci cura dei nostri piedi ed affidarci a mani esperte come quelle del podologo.

Il podologo, esperto della salute e del benessere dei piedi, svolge atti sanitari, preventivi, riabilitativi e terapeutici, nei confronti delle patologie del piede.

LA VISITA PODOLOGICA

Durante la visita podologica, il podologo, esegue un esame obiettivo del piede composto dall’esame locale e dall’esame biomeccanico. L’esame obiettivo consiste in un’accurata anamnesi patologica: si considerano le alterazioni di interesse vascolare e linfatico, lo stato della cute e degli annessi cutanei, le alterazioni di interesse dermatologico quali fissurazioni, macerazione ed ulcere; le alcerazioni di interesse ortopedico quali deformità delle dita, i processi infiammatori come borsiti, tendiniti.

Durante l’esame biomeccanico, invece, vengono esaminati tutti i movimenti articolari del piede.  Attraverso il trattamento podologico si effettua il curettage ungueale, curando tutte le patologie quali unghie incarnite (oninocriptosi), traumatizzate o infette. Si asportano in modo non cruento callosità (ipercheratosi) e verruche. Si effettuano medicazioni di ulcere diabetiche su prescrizione medica.

È possibile realizzare ortesi in silicone su misura (ortoplastia) a fini correttivi (deformità delle dita), palliativi e di scarico ( in presenza di ulcere o ipercheratrosi).

Si può, inoltre, effettuare una correzione ungueale con filo in titanio (ortonixia) pe runghie a pinza o incarnite.

CONSIGLI PER L’IGIENE E LA CURA DEL PIEDE

Lavare e asciugare bene i piedi quotidianamente

Utilizzare una buonan creama idratante

Taglaire le unghie dritte senza toccare i bordi

Rimovere le callosite con pietra pèomice o raspa

Non esitare di rivolgersi al podologo per qualunque stato algico del piede o qualora divenisse impossibile prendersene cura per ipovedenza, sovrappeso, difficoltà motoria. In ogni caso è consigliabile rivolgersi al podologo almeno una volta all’anno.

Scegliere calzature comode e adatte all’uso.

CONSIGLI AGGIUNTIVI PER I DIABETICI O VASCULOPATICI

Non camminare scalzi

Utilizzare calza in fibbra naturale (cotone o lana), cambiandelo spesso, di colore chiaro per accorgersi di eventuali perdite ematiche po sierose) senza elastico

Non avvicinarsi a fonti di calore, utilizzare filtri solari e fare attenzione ai bruschi cambiamenti di temperatura.

Ispezionare la calzatura prima di indossarla

Ridurre al minimo il rischio di ferirsi

Non sottovalutare le alterazioni della sensibilità

FINO AL 31 GENNAIO 2019 CONSULENZA GRATUITA CON LA DOTT.SSA FRANCESCA PALANGHI presso il centro MARILAB INFERNETTO, via degli Strauss 88/90

PER INFO E PRENOTAZIONI 0634002000