Patch Test

Che cos’è?

Il patch test è un test allergologico utilizzato per determinare se una sostanza specifica provoca infiammazione allergica della cute con meccanismo ritardato o cellulo-mediato.

A che cosa serve?

Il patch test serve ad identificare sostanze responsabili di dermatiti allergiche da contatto (DAC), manifestazioni cutanee a volte accompagnate anche da manifestazioni generali (per es. nell’allergia al Nichel).

Come si svolge?

Piccole quantità delle sostanze da testare (apteni) vengono posizionate in cellette di plastica o allumino adese ad un supporto (cerotto o patch). Il patch viene quindi applicato sulla cute del paziente, solitamente a livello del dorso, e mantenuto in sede per 48-72 ore. Dopo tale periodo, il medico provvede a rimuovere il patch ed a leggere il risultato del test.
Esistono vari pannelli di patch test scelti sulla base dell’anamnesi allergologica raccolta dallo specialista allergologo.

Quanto dura?

48-72 ore + il tempo di lettura (circa 30 minuti).

Ha controindicazioni?

Non ci sono reazioni generale con questo test. Qualora il paziente fosse positivo ad una determinata sostanza, compare nella zona di contatto del patch relativo alla sostanza stessa, una reazione cutanea che sparisce in alcuni giorni.

Norme di preparazione?

Non assumere almeno 7 giorni prima del test cortisonici, antistaminici ed anti-leucotrienici. Eventuali altre terapie devono essere comunicate allo specialista allergologo prima dell’esecuzione del test.

Sedi e convenzioni

Ostia - P. Orlando
P