Artro RM

Esame di Risonanza Magnetica dedicato allo studio delle articolazioni di spalla, gomito, polso, ginocchio, caviglia, e delle patologie ad esse connesse.

A cosa serve?

Permette di studiare anomalie acute o croniche dell’apparato capsulo legamentoso, lesioni delle parti molli (tendini e muscoli della cuffia dei rotatori), delle strutture scheletriche e fibrocartilaginee con versamento articolare.

Come si svolge?

Prima dell’esecuzione dell’esame, viene iniettato il mezzo di contrasto paramagnetico nella cavità articolare attraverso un ago sottile. Una volta introdotto il mezzo di contrasto, l’esame viene eseguito come una normale procedura di Risonanza Magnetica dell’articolazione da esaminare.

Quanto dura?

Circa 30 minuti.

Ha controindicazioni?

Presenza di pace-maker cardiaco, pompe di infusione interne, neurostimolatori, protesi all’orecchio interno, schegge e clips metalliche. Non ci sono controindicazioni particolari all’impiego del mezzo di contrasto, in quanto quest’ultimo viene iniettato direttamente nella capsula articolare e non per via endovenosa.
Sebbene non sia stata ancora dimostrata una sensibilità dell’embrione ai campi magnetici statici e alle onde elettromagnetiche a radiofrequenza, è prudente non effettuare l’esame RM nelle donne durante il primo trimestre di gravidanza.

Norme di preparazione

Per le norme di preparazione consulti il file allegato