Cardiotocografia (monitoraggio fetale)

Cos’è e a cosa serve?

La Cardiotocografia è importante per indagare il benessere del feto attraverso lo studio del battito cardiaco e per rilevare l’andamento e la frequenza delle contrazioni uterine nell’ultimo trimestre della gravidanza.
Si esegue infatti tra la 37esima e la 40esima settimana.

Come si svolge?

La Cardiotocografia si svolge in maniera molto semplice: la mamma è stesa su un lettino e il medico applica sull’addome della mamma due rilevatori collegati al cardiotocografo. Durante l’esame può essere presente anche il padre.

Quanto dura?

La durata media di una cardiotocografia è minimo di 20 minuti.

Ha controindicazioni?

Non sono presenti controindicazioni nell’esecuzione della cardiotocografia.

Norme di preparazione

La Cardiotocografia non prevede alcuna preparazione. Viene eseguita tendenzialmente non prima della 38esima settimana.